Radici di orchidee fuori controllo

Le bucce di cocco scheggiate o un altro mezzo per piantare orchidee per fissare la pianta in posizione
Coprire con la corteccia di abete, le bucce di cocco scheggiate o un altro mezzo per piantare orchidee per fissare la pianta in posizione.

Le radici dell'orchidea non si comportano come gli altri sistemi di radici delle piante d'appartamento. Prosperano grazie ai nutrienti nell'ossigeno piuttosto che nel suolo e possono crescere sopra il suolo. Nel loro habitat tropicale nativo, le orchidee si aggrappano alla corteccia degli alberi in piedi e caduti. Duplica quell'ambiente piantandoli in miscele di vasi fuori suolo e permettendo ai loro sistemi di radici di allungarsi sulla parte superiore del vaso. È comune che i sistemi di radici delle orchidee superino i loro vasi entro due o tre anni. È tempo di rinvasare quando le radici si aggrappano a un lato o crescono in un vaso vicino.

Pseudobulbi

Le orchidee Dendrobium e cattleya hanno steli ispessiti chiamati pseudobulbi alla base della pianta. Crescono progressivamente verso il bordo del vaso e infine oltre il lato, facendo sembrare che le radici siano fuori controllo. Dagli pseudobulbi crescono radici carnose e sode. Man mano che i bulbi crescono sul lato del vaso, lo spazio centrale diventa vuoto. Questo crea un posto facile per dividere la pianta. Le radici vitali sono carnose e hanno un centro verde. Anche le radici delle orchidee diventano sottili e fragili quando hanno bisogno di un nuovo vaso con un nuovo terreno di semina.

Mezzo di impianto

È comune che i sistemi di radici delle orchidee superino i loro vasi entro due o tre anni
È comune che i sistemi di radici delle orchidee superino i loro vasi entro due o tre anni.

Le radici dell'orchidea sono sostenute nel vaso da uno speciale mix di semina fuori suolo. Ricevono alcuni nutrienti dalla miscela e altri nutrienti da acqua, aria e cibo vegetale diluito. Molte miscele per vasi di orchidee sono realizzate con corteccia di abete o buccia di cocco scheggiata di grado fine, medio o grosso. Altre miscele per piantare orchidee includono ciottoli di argilla espandibile o perlite. I materiali del mix di invasatura iniziano a decomporsi e ad rompersi dopo uno o due anni. Questa è anche un'indicazione che è ora di rinvasare la tua orchidea. Il terriccio in decomposizione non supporta il sistema radicale dell'orchidea.

Rimuovi la pianta

Alle orchidee non piace stare in acqua stagnante. Contenitori come vasi di plastica o vasi di terracotta con lamelle laterali aperte consentono all'acqua di defluire rapidamente. Uno svantaggio dei vasi di plastica è che si ribaltano facilmente. Alcuni sassi sul fondo della pentola lo manterranno in posizione verticale. Per togliere un'orchidea troppo cresciuta da un vaso, potrebbe essere necessario ammollare o un coltello affilato per allentare il sistema di radici aderente. Agitare e raccogliere il terriccio decomposto dalla pianta e scartarlo. Estrai o taglia la struttura principale della pianta in due o più nuove piante. Rimuovere le radici sottili e sottili e gli pseudobulbi.

Reimpianto

Il momento più efficace per rinvasare le orchidee è dopo il loro ciclo di fioritura, poiché sta iniziando una nuova crescita. Riempi i nuovi vasi per tre quarti con un terriccio. Sistema una delle sezioni della pianta appena divise nel vaso, allargandone le radici. Coprire con la corteccia di abete, le bucce di cocco scheggiate o un altro mezzo per piantare orchidee per fissare la pianta in posizione. Dovrebbero esserci da 1 a 5 centimetri sul bordo del vaso per consentire una nuova crescita. Innaffia delicatamente e concima settimanalmente con cibo vegetale diluito.