Che pesticida usi sulla gloria mattutina selvaggia?

Il glifosato in una soluzione al 2% è un erbicida efficace per controllare la gloria mattutina
Il glifosato in una soluzione al 2% è un erbicida efficace per controllare la gloria mattutina, ma uccide anche altre piante con cui entra in contatto.

Una pianta dai molti nomi tra cui convolvolo di campo, Jenny strisciante e legame di mais, gloria mattutina selvatica (Convolvulus arvensis) sembra abbastanza innocente con i suoi delicati fiori a forma di tromba dal bianco al rosa - finché non si alza di soppiatto mentre ti volti le spalle e cerca di strangolare tutti gli altri impianti. Resistenti nelle zone di rusticità delle piante da 3 a 10 del Dipartimento dell'Agricoltura degli Stati Uniti, le erbacce Morning Glory sono un'erbaccia invasiva in molte aree degli Stati Uniti. Gli erbicidi sono disponibili per il trattamento di piante consolidate e germogli e piantine emergenti.

Consiglio

Un erbicida con il principio attivo glifosato è efficace contro le erbacce Morning Glory.

Utilizzo di erbicidi con glifosato

Il glifosato in una soluzione al 2% è un erbicida efficace per controllare la gloria mattutina, ma uccide anche altre piante con cui entra in contatto. La gloria mattutina selvaggia è difficile da sradicare perché ricresce dalle sue radici, che possono estendersi fino a 20 metri nel terreno. Il glifosato agisce scendendo dalle foglie delle piante e uccidendo le radici. Coprire le foglie delle piante desiderabili vicine con cartone prima di spruzzare con glifosato e lasciarlo in posizione fino a quando il glifosato non si è asciugato. Le piante impiegano dalle due alle tre settimane per morire e il glifosato non ucciderà i semi di gloria mattutina nel terreno.

Altri prodotti chimici efficaci

Un erbicida con il principio attivo glifosato è efficace contro le erbacce Morning Glory
Un erbicida con il principio attivo glifosato è efficace contro le erbacce Morning Glory.

Gli erbicidi che controllano i germogli emergenti della gloria mattutina, le piantine e le piante che infestano il tappeto erboso sono disponibili per uso domestico. La Washington State University sottolinea che il metilditiocarbammato di sodio è un'altra opzione se non si dispone di un prodotto con il glifosato. Dopo aver trattato le piante di gloria mattutina con un erbicida sistemico come il glifosato e aver rimosso le piante morte, applicare un prodotto contenente pendimetalin, trifluralin, orizalina o prodiammina sul terreno nudo nelle aree di impianto ornamentale per aiutare a prevenire la crescita di nuove piante nella stagione successiva.

Queste sostanze chimiche hanno scarso effetto sulle piante consolidate. Dicamba e 24-D controllano la gloria mattutina che infesta il tappeto erboso senza danneggiare l'erba, anche se potrebbero essere necessarie diverse applicazioni durante la stagione estiva, riferisce l'Università del Missouri. La falciatura frequente indebolisce anche le piante di gloria mattutina che crescono nei prati.

Applicazione del glifosato

Il successo dell'eradicazione della gloria mattutina selvaggia dipende dai tempi e dalla frequenza delle applicazioni di erbicidi. Il glifosato è più efficace se spruzzato quando gli zuccheri si stanno spostando dalle foglie della pianta alle sue radici, ovvero in tarda primavera, appena prima della fioritura e in autunno. Spruzzare un prodotto pronto all'uso in una giornata di sole quando la temperatura è superiore a 16°C e ricoprire tutte le aree della pianta. Aspetta che i germogli riemergenti siano più alti di 15 centimetri prima di spruzzare di nuovo.

Altre misure di controllo

Gli erbicidi per controllare la gloria mattutina selvaggia funzionano meglio se combinati con strategie culturali. Ombreggiare la pianta - coprendola con tessuto paesaggistico, plastica nera, cartone o un pacciame profondo almeno 8 centimetri, o facendo crescere altre piante intorno ad essa - ha un effetto indebolinte. Tagliare la pianta ogni 14 giorni indebolisce anche le sue radici. Usati da soli, questi metodi impiegano dai tre ai cinque anni per uccidere una pianta consolidata, ma sono efficaci per trattare le piantine e le piante che riemergono dopo il trattamento con erbicidi. Le piantine impiegano dalle tre alle quattro settimane per stabilire un apparato radicale profondo.