Come trapiantare il flox?

Che vanno dal phlox strisciante (Phlox stolonifera) agli ibridi di phlox da giardino alti
Phlox comprende migliaia di varietà, che vanno dal phlox strisciante (Phlox stolonifera) agli ibridi di phlox da giardino alti.

Phlox comprende migliaia di varietà, che vanno dal phlox strisciante (Phlox stolonifera) agli ibridi di phlox da giardino alti. Il flox da giardino (Phlox paniculata) è il flox più comunemente coltivato in Europa. Queste piante perenni dai colori vivaci prosperano per anni nelle zone di rusticità delle piante del Dipartimento dell'Agricoltura degli Stati Uniti da 3 a 9. Mentre il flox da giardino preferisce il pieno sole, il flox strisciante prospera in aree parzialmente ombreggiate. Entrambi preferiscono un terreno ricco e ben drenato con umidità uniforme. Poiché queste piante perenni crescono in grappoli che diventano più grandi ogni anno, richiedono la divisione e il trapianto ogni tre o cinque anni per mantenerle in salute.

1

Fino a una profondità di 8-25 centimetri in un'area con luce e terreno simili al sito di crescita originale del flox.

2

Scavare una buca profonda 20 centimetri e con un diametro compreso tra 8 e 25 centimetri nel terreno preparato.

3

Aggiungi 4 tazze di letame o compost ben decomposto alla buca e lavoralo nel terreno esistente.

4

Il flox da giardino (Phlox paniculata) è il flox più comunemente coltivato in Europa
Il flox da giardino (Phlox paniculata) è il flox più comunemente coltivato in Europa.

Scava intorno al tuo phlox esistente all'inizio della primavera, quando appare la nuova crescita o subito dopo la fioritura, e fai scorrere la pala sotto la zolla per sollevarli dal terreno.

5

Scuoti le radici per rimuovere il terreno in eccesso e separa delicatamente le radici con le mani, lasciando tre o quattro germogli per sezione.

6

Posiziona il flox nella nuova buca e allarga le radici. Riempi intorno alle radici con il terriccio e rassodalo con la mano per fissare la pianta e rimuovere le sacche d'aria intorno alle radici.

7

Innaffia per saturare il terreno fino al livello delle radici. Questo aiuta a prevenire lo shock da trapianto e fornisce l'acqua necessaria per sviluppare un buon apparato radicale.